Durante la nostra mostra la domanda più frequente che ci veniva rivolta era come mai avevamo deciso di raccogliere presepi e cosa ci aveva spinto a farlo. Nella fretta ed a causa della folla, che sempre anima la mostra, abbiamo risposto che, come tutte le collezioni, si inizia per caso con un piccolo pezzo e poi ci si fa prendere la mano. Ma riflettendo e pensando con calma a questo interrogativo, ci siamo accorti che la motivazione aveva origini molto più intime e profonde. La ricerca che l’uomo, da sempre, fa è in fondo il senso che da al suo cammino, il desiderio di gioia e di serenità: chi di noi non ne sente il bisogno sempre? Non è questione di epoche o di periodi storici, è un bisogno che ci portiamo dentro sin dalla nascita. Ebbene, ripensandoci, quando iniziammo a collezionare queste che in fondo sono piccole scene di una stessa rappresentazione, avevamo, nel maneggiarle e nel guardarle un senso di benessere e di serenità. E’ come se il senso di pace e di serenità fossimo riusciti ad imprigionarlo e goderne a pieno.

Per anni la nostra è stata una ricerca costante, un ribadire al nostro inconscio che, nonostante i periodi grigi che l’umanità attraversa, noi eravamo riusciti a crearci un oasi in mezzo ad un deserto di superficialità e di immagine molto spesso falsa ed artefatta.

Ma col tempo l’uomo acquisisce esperienza e maturità, la capacità di staccarsi dalle cose per avere una visione più oggettiva e meno esclusiva delle cose. Così ci siamo accorti che la nostra passione stava diventando un oasi solo per noi e per i pochi cari amici che nel tempo ci hanno incoraggiato nelle ricerche. Una forma di egoismo: solo noi potevamo beneficiare del benessere che sprigiona dalle nostre statuine.

Ecco perché abbiamo, negli ultimi anni, maturato l’idea di creare uno spazio espositivo permanente che possa contenere parte della nostra collezione e che possa essere a beneficio di tutti. Crediamo che se riusciamo a regalare qualche minuto di quella serenità e gioia che proviamo noi collezionisti a chi ci onora della sua visita, siamo riusciti a trasformare la nostra passione in qualcosa di ben più grande di una semplice collezione di presepi. Amare significa donare. E noi ci sforziamo di donare attimi di riflessione su noi stessi, sul mondo che ci circonda, su quello che siamo e che vorremmo essere per assicurare a tutti ed a noi stessi un vivere migliore, fatto di semplici cose e di sentimenti sinceri. Sicuramente non sarà una mostra a risolvere lo smarrimento e la desolazione che pervade i nostri giorni ma, se non altro, ci porterà a pensare ed a riflettere.

Design by NextOpen
Comune di San Giovanni Valdarno Pro Loco di San Giovanni Valdarno Ente Basilica di Maria SS.ma delle Grazie